venerdì, 14 Maggio 2021

Il Direttivo

PRESIDENTE

Marzio Gatti, nato a Pavia il 30/01/1970, dopo aver ottenuto la maturità scientifica, ha conseguito la Laurea quadriennale in Filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Pavia e poi la Laurea Specialistica in Scienze Antropologiche ed Etnologiche, presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Milano-Bicocca.
Nel 2010 ha collaborato col Direttore Aggiunto della Scuola di Comunicazione e Arti dell’Università E. Modlane di Maputo, Luca Bussotti, su ricerche in ambito antropo- sociologico sui fenomeni religiosi e musicali del Mozambico.
Curatore dall’anno 2011 della collana “Cultura e Società” su studi socio- antropologici per “Ibis edizioni”.
Ha conseguito nel 2012 il Dottorato in “Antropologia delle Contemporaneità” all’Università degli Studi Milano-Bicocca, con progetto di ricerca sulle “Chiese Zione in Mozambico” (le chiese cristiane indipendenti africane), seguito dal Prof. Fabietti in qualità di tutor.
Attualmente, è docente presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S. Agostino” di Crema-Cremona-Lodi-Pavia-Vigevano per l’”Area delle Scienze Umane” per il corso di “Sociologia Generale” e di “Antropologia Culturale”.
Inoltre dal 2008 è nominato Cultore della Materia in Antropologia Culturale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Statale di Milano, facendo parte della commissione esami.
Fa parte del Tavolo interreligioso del Comune di Pavia.
Ora sta continuando le ricerche sui fenomeni religiosi mozambicani e si sta occupando di studi sulle confessioni religiose nella città di Pavia. Sta svolgendo ricerche sul rapporto social- religione.

VICE PRESIDENTE

Franz Di Maggio, Presidente dell’Organizzazione Culturale Internazionale Ser Tea Zeit – La Compagnia dell’Elefante. Drammaturgo, regista, autore di romanzi, coordinatore di gruppi di lavoro di scrittura creativa, attore, performer. Direttore delle attività di cooperazione internazionale per l’Armenia e l’Artzakh in collaborazione con Consolato Italiano a Gyumri (Armenia) e Consolato Armeno a Milano. Coordinatore progetti di cooperazione culturale internazionale con Paesi Africani (Etiopia, Senegal, Mozambico). Fondatore del Memofestfestival delle Buone memorie e direttore artistico dalla fondazione (2012); Fondatore della Compagnia dell’Elefante (2018). Formatore; ideatore e realizzatore di progetti multiculturali e interetnici, partecipa a gruppi di lavoro anche in qualità di relatore su temi multiculturali e interetnici, coordinatore di esperienze nel campo della mediazione socio-culturale e dell’accettazione di soggetti provenienti da realtà religiose , sociali e culturali differenti. Collaborazioni fondamentali con personalità del mondo della cultura aventi forti valenze nel settore multiculturale (Ghiannis Ritsos, José Saramago, Moni Ovadia).
Ha partecipato sia in qualità discente che successivamente di docente a corsi seminari e stages sulla comunicazione non violenta e la mediazione dei conflitti in ambito lavorativo (metodo Rosenberg). Ha partecipato in qualità sia di discente che di assistente, in una seconda fase, a seminari di Carles Castillo (mimo), Cesar Brie (Teatro, espressione corporea) e Naira Gonzales (voce).

Dal 2010 dirige il progetto “Il futuro è la Memoria” realizzato in collaborazione con il Comitato per il Giardino dei Giusti di Milano. Ideatore e Direttore Artistico di “Memofest – Festival delle buone Memorie” di Milano e Lombardia.

Dal 2013 al 2018 è stato coordinatore del progetto “The Bridge” realizzato in collaborazione con l’Università di Addis Abeba (facoltà discipline dello spettacolo).

Dal 2016 è referente per i progetti a favore dell’inclusione sociale e contro il bullismo e l’omofobia nelle scuole superiori lombarde denominati “La differenza è un patrimonio!” e “Tutti i colori del mondo”.

DIRETTIVO

Luca Bussotti, ha ottenuto il suo dottorato di ricerca in Sociologia dello Sviluppo presso l’Universita di Pisa nel 2001. Dopo avere insegnato a contratto per cinque anni presso l’Universita di Pisa, nel 2006 si è trasferito in Mozambico, rispondendo posotivamente a un invito del corso di Giornalismo dell’Università Eduardo Mondlane, dove ha insegnato fino al 2011. A fine 2011 ha vinto una borsa Marie-Curie dell’ Unione Europea per andare a lavorare presso il Centro di Studi Internazionali dell’Iscte di Lisbona, dove e rimasto fino al 2016, quando ha assunto le funzioni di direttore accademico e direttore del neo-costituito dottorato in Pace, democrazia, movimenti sociali e sviluppo umano presso l’Universita Tecnica del Mozambico. Dal 2019 é Professore Associato Visitante presso l’Istituto di Studi per l’Africa dell’Università Federale di Pernambuco e country-expert Mozambico per il programma V-Dem dell’Università di Goteborg. Continua a collaborare com diverse universita mozambicane e portoghesi, nonche com importanti centri di ricerca africani, come Codesria (Dakar), essendo uno dei massimi esperti italiani di Africa lusofona. Ha pubblicato, come autore o curatore, una ventina di libri e un centinaio di articoli in riviste internazionali di forte impatto in vari paesi, soprattutto nel campo degli studi africani, in particolare politici, storici e filosofici, e degli studi culturali, con riguardo specifico per questioni legate alla cittadinanza italiana e al multiculturalismo, com una serie di articoli sull’influenza e la rappresentazione dell’Africa nella musica italiana. É anche reviewer di importanti riviste internazionali, sia di lingua inglese che portoghese, avendo svolto numerose consulenze in Africa per conto dell’Unione Europea, di Oxfam e di altre entita locali. Nel 2011 ha acquisito la nazionalità mozambicana.

DIRETTIVO

Laura António Nhaueleque, nata a Nampula (Mozambico), di lingua materna Makhuwa, dopo essersi laureata prima in Studi religiosi, poi in Filosofia in universita mozambicane, ha ottenuto un Master in Studi Africani presso l’Iscte di Lisbona, per poi terminare il suo dottorato in Relazioni Interculturali presso l’Universita Aperta di Lisbona, con una tesi sulla violazione dei diritti umani in Mozambico da parte della polizia, approvata com distinzione.

Ha pubblicato, insieme a Marzio Gatti e Luca Bussotti, diversi libri sulla cultura e religione africana presso editori italiani, così come numerosi articoli, come prima o seconda autrice, in riviste internazionali di primo livello, sia in Brasile che in Portogallo e in Olanda. I suoi ambiti privilegiati di ricerca sono religione e filosofia africana, diritti umani, com particolare attenzione per il contesto mozambicano, e studi culturali. Attualmente effettua ricerche presso l’Universita Aperta di Lisbona, ed é docente in corsi di master presso l’Istituto Superiore Monitore del Mozambico.

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Share via
Copy link